fbpx

Articolo del Blog

Cosa non sai sulla farina bianca

di Francesca Cucchi

Coach Nutrizionale.
Specializzata in Integrazione naturale,
alimentazione bilanciata, detossinazione e stile di vita.

Entra nella Community Gratuita

Vivi il Tuo Benessere

Abbiamo creato questo gruppo per supportare il tuo benessere a 360 gradi.

.

Fai il Test del Benessere

Scopri che nutrienti ti mancano per stare bene e
raggiungere velocemente la Forma Fisica che desideri

Articolo del Blog

Cosa non sai sulla farina bianca

Facebook
LinkedIn
Twitter
Telegram
WhatsApp
Email

Oggi parliamo di…FARINA

Hai presente la classica farina bianca, quella che più o meno tutti utilizzano solitamente nelle loro preparazioni e che spesso viene utilizzata in alimenti confezionati o serviti in tanti ristoranti?

Scoprirai in questo articolo perché non è così salutare per l’organismo umano, specialmente per l’intestino, e perché nel lungo periodo può creare danni più o meno gravi, tra cui anche la cattiva digestione e la sensibilità agli alimenti che la contengono, oltre che un aumento di grasso corporeo indesiderato ed infiammatorio.

Iniziamo con il precisare, come sempre, che non esiste un alimento da demonizzare ed uno da idolatrare, la risposta sta nell’equilibrio, anche se evitare il più possibile ciò che non ci nutre e che ci crea problemi è sempre consigliato.

Il problema della farina bianca non è il grano in sé, ma il processo che porta il grano a diventare farina bianca (detta raffinata), che la priva della maggior parte dei nutrienti presenti nel chicco e la lascia spoglia, povera di nutrienti e ricca invece di ciò che nel nostro organismo si trasforma velocemente in zucchero e che innesca il circolo vizioso dei picchi glicemici, dell’accumulo di grasso e dell’infiammazione dell’intestino.

Andiamo per ordine.

I cereali sono stati da sempre alla base della nostra alimentazione: sono una buona fonte di nutrienti, hanno un buon sapore e soprattutto si conservano molto bene, in particolare il grano.

Lo si è sempre utilizzato, infatti,  come ingrediente principale di tantissime ricette gustose, ciò che negli anni è cambiato è il tipo di lavorazione del chicco, per questo ancora di più al giorno d’oggi è fondamentale conoscerne il processo di lavorazione e la provenienza, per scegliere la farina giusta ed evitare malesseri futuri.

Se per cucinare, quindi, utilizzi ancora la farina bianca industriale, ti consiglio vivamente di sostituirla con la farina integrale (assicurati che sia davvero integrale e non solo in parte o addizionata con crusca) o di utilizzare farina di grani antichi, questo perchè sono migliori dal punto di vista nutrizionale..e non solo!

Vediamo insieme perché.

LA FARINA RAFFINATA (LA FARINA BIANCA INDUSTRIALE)

La farina bianca nasce non per esigenze legate alla nutrizione, ma per esigenze ESTETICHE.

Lo sapevi? Ebbene si!

Circa cento anni fa la farina bianca divenne popolare per il suo aspetto “più pulito” e quindi considerato migliore alla vista e più appetibile dai consumatori e perché rendeva ancora più soffici gli alimenti; ma il lato negativo di questo processo di sbiancamento è l’eliminazione dei principi nutritivi contenuti nel grano, quindi questa farina è molto carente di fibre, vitamine, minerali, proteine, aminoacidi e lipidi.

Quindi, è un ingrediente che in realtà non ci nutre, ci dà solo calorie non sane e, nel medio periodo, tende ad appesantire il nostro organismo ed irritare il nostro intestino, causando senso di sonnolenza, pesantezza, gonfiore, mal di testa, maggiori voglie alimentari durante la giornata e maggiore fame ai pasti principali.

Non è un caso che negli ultimi anni siano aumentati di così tanto i casi di persone sensibili o intolleranti al glutine ed agli alimenti che la contengono.

Ne consegue che, a cascata, tutti gli alimenti che la contengono in quantità, non sono così utili per il nostro organismo e tendono a provocare effetti negativi, anche nel breve periodo (es: sonnolenza o mal di testa dopo i pasti).

I carboidrati raffinati (quindi ottenuti da farina raffinata) tendono infatti ad innescare nel corpo un meccanismo legato ai picchi glicemici da evitare per conservare e migliorare il nostro benessere.

Cosa significa?

Spesso presenti in grande quantità nell’alimento, provocano poi nel corpo un elevato picco glicemico, cioè un elevato rilascio e veloce assorbimento di zuccheri nel sangue (la farina raffinata nel nostro corpo si trasforma velocemente in zucchero).

Quando questo accade, il nostro corpo, che ha sistemi preposti ad abbassare il livello di zuccheri nel sangue, fa secernere al pancreas insulina, che “comanda” al fegato di prelevare lo zucchero in eccesso ed immagazzinarlo sotto forma di grasso.

Ecco quindi intanto un aumento di grasso corporeo infiammatorio che, tra gli altri effetti, comporta il rallentamento del metabolismo basale e l’aumento di tossine nell’organismo.

Negli ultimi 25 anni si è dimostrato con assoluta certezza che per non ingrassare non conta soltanto non esagerare con le calorie ma anche evitare i picchi glicemici.

Inoltre, limitare i picchi glicemici rappresenta per tutti un obiettivo importante per conservare la buona salute in generale e, in particolare, per prevenire il diabete ed altri malesseri e per controllare il proprio peso.

Ma il circolo vizioso legato ai picchi glicemici non finisce qui.

Se si ingeriscono troppe quantità di alimenti ad alto indice glicemico, (è un indice che classifica i carboidrati in base alla loro influenza sui livelli di zucchero nel sangue), come quelli contenenti per la maggior parte farina bianca raffinata e quindi si consuma un pasto ad alto carico glicemico, il pancreas secerne sì insulina, ma ne secerne fin troppa.

La glicemia (concentrazione di zucchero nel sangue) si abbassa troppo velocemente ed il cervello invia al nostro organismo lo stimolo di introdurre nuovo cibo, a causa del falsato senso di carenza di zuccheri.

Stimola quindi una fame che percepiamo vera, ma che è fittizia, falsata dal processo appena avvenuto nel nostro organismo.

Ti è mai capitato di abbuffarti ad esempio di pane bianco/piazza/gelato..sentirti scoppiare subito ed invece avere ancora fame dopo poco che hai finito di magiare?

Ecco perché!

COSA SUCCEDE SE ASCOLTIAMO QUESTA “FAME” E MANGIAMO DI NUOVO CARBOIDRATI CON FARINA BIANCA RAFFINATA?

Di nuovo la glicemia sale, viene prodotta insulina che abbassa il livelli di zuccheri fino a creare un deficit, a questo punto ci arriva un appetito fittizio per andare a riportare i livelli di zucchero alla normalità.

E’ UN CIRCOLO VIZIOSO che, tra gli altri effetti, porta, come hai letto, anche all’accumulo di grasso!
Solo tu puoi interromperlo con quello che scegli di mangiare!

Se questo meccanismo avviene troppo spesso il pancreas può sovraccaricarsi, provocando effetti ancora più negativi sul nostro organismo (può portare anche al diabete o ad altre disfunzioni metaboliche).

Evitiamo invece questa catena disfunzionale scegliendo farine il più possibile genuine contenenti le originarie fibre e gli originari nutrienti, come ad esempio le farine di grano antico, le farine davvero integrali (guarda bene l’etichetta) e le farine derivanti da cereali integrali in chicco, come ad esempio il farro monococco.

Capisci bene quindi che questa catena, che la farina raffinata innesca, già di per se non è per noi salutare.

In più, uno degli agenti utilizzati per rendere la farina raffinata così bianca è l’ossido di cloruro, che si combina con le proteine ​​della farina, producendo una sostanza che distrugge le cellule beta del pancreas (le cellule responsabili del rilascio dell’insulina).

In commercio esiste anche LA FARINA ARRICCHITA (molto diffusa, soprattutto all’Estero).

Cos’è?

Non è altro che farina raffinata bianca (quindi privata di fibre e nutrienti) riarricchita chimicamente di nutrienti a fine processo di raffinazione.

Quando viene prodotta la farina bianca raffinata, più di 50 nutrienti vengono sostanzialmente ridotti per ottenere una farina bianca ultra liscia. 

Nel tentativo di ripristinare una parte della nutrizione persa, le fabbriche “arricchiscono” la farina con vitamine sintetiche (principalmente vitamine del gruppo B) e un minerale (ferro).
Questi nutrienti sintetici non solo sono meno efficaci dei nutrienti originari, ma possono anche essere dannosi. 

Parliamo per esempio delle Vitamine B sintetiche.

Nel 1939 fu condotto uno studio sugli animali con vitamine del gruppo B sintetiche. Un certo numero di suini è stato alimentato due volte il “fabbisogno giornaliero” di vitamine B sintetiche; lo stesso numero di suini è stato alimentato con la stessa quantità di vitamine B naturali. TUTTA la prima generazione della prole dei suini alimentati con vitamine sintetiche era STERILE. Della prole dei suini alimentati con le vitamine B naturali invece nessuno era sterile.

Altre informazioni sulla farina bianca raffinata?

  • Negli anni ’50 si pensava che la vitamina E non fosse necessaria per l’uomo, ma fosse necessaria solo agli animali. Ora sappiamo che la vitamina E è essenziale per la salute. 
    La farina bianca perde il 93% della sua vitamina E durante la lavorazione.
  • Negli ultimi anni sono stati scoperti i fitonutrienti nelle piante e si è pensato fossero necessari solo per la prevenzione delle malattie della pianta e non per la nostra salute. Ora sappiamo, invece, che questi fitonutrienti forniscono proprietà antiossidanti, azioni antibatteriche, stimolano la funzione enzimatica e hanno un’interfaccia ormonale con la duplicazione del DNA; quindi è importante che non vengano persi durante i processi di lavorazione (cosa che avviene nella produzione della farina bianca raffinata).

Pensa che è stato fatto un confronto tra la farina integrale e la farina bianca, calcolando la perdita di nutrienti: il processo di raffinazione ne causa una grandissima: – 78% di fibre, -25% di proteine, -68.5% di minerali, -79.6% di vitamine. 

Quindi, la farina bianca raffinata è davvero molto povera di nutrienti, ma ha più calorie e nel nostro corpo aumenta notevolmente la concentrazione di zuccheri non utili per noi!

E lo zucchero in eccesso è un altro dei grandi pericoli per la nostra salute, cosa che sicuramente approfondiremo in un’altro articolo in questo blog.

Ti riporto qui un test che mi ha colpito molto.

Nel libro “La parola di saggezza” di John e Leah Widtsoe si fa riferimento a un test condotto su venti topi della stessa razza. 

Una metà è stata alimentata solamente con il pane integrale mentre l’altra metà solamente con il pane bianco. I contenitori del cibo avevano le stesse dimensioni e venivano riforniti continuamente. Dopo 34 giorni il gruppo nutrito con il pane integrale “È rimasto sano nell’aspetto e con il pelo lucido, mentre i topi nutriti con pane bianco hanno mostrato evidenti segni di debolezza, erano svogliati nei movimenti, hanno perso i peli e avevano sintomi che li avrebbero portati alla morte. Uno infatti è morto.” Ovviamente il gruppo alimentato con il pane bianco ha avuto effetti negativi maggiori proprio per la mancanza di nutrienti: è stato sottolineato infatti che il gruppo del pane bianco mangiava sempre e quasi tre volte di più rispetto all’altro gruppo, tuttavia i topi erano malnutriti.

Non suona familiare? Mangiare, anche molto, ma non sentirsi soddisfatti o sentirsi sazi per breve tempo e non sentirsi al meglio pur alimentandosi (questo fa comprendere che vengono scelti alimenti non utili e non nutrienti). 

Il pane bianco è un esempio, ma i prodotti con farina raffinata sono ovunque se non scegliamo in modo cosciente cosa vogliamo mangiare: nei cereali da colazione, nei cereali perlati (es: farro perlato), nei crackers, nella pasta, nei dolci, nelle tortillas, nella pizza, nei biscotti, nei panini, nei cibi istantanei, nei cibi confezionati e nei cibi surgelati. 

Il processo di raffinazione degli ingredienti li svuota dai nutrienti.

Questo articolo non vuole mettere paura, ma solamente consapevolizzare per permettere a ciascuno di scegliere come alimentarsi con cibi utili e nutrienti che costruiscono la propria salute invece che cibi vuoti e dannosi che la ostacolano.

Se vogliamo salvaguardare il nostro benessere è più che mai importante una cosa semplice, che nella fretta spesso molti trascurano: LEGGERE LE ETICHETTE!

Dal momento che è meglio evitare la farina bianca, infatti, è una buona idea leggere le etichette degli ingredienti.
I termini “farina di grano” o “farina di grano arricchito” sono in realtà farine raffinate.
Cerca l’ingrediente “farina integrale” o “farina integrale 100%” e presta attenzione perchè gli alimenti spesso contengono una miscela di farine intere e raffinate (a volte per dare l’impressione di essere più “sani”).

Un corpo sano ha più energia, sta meglio, è più forte e resiste maggiormente ai malesseri!

Al giorno d’oggi la scelta consapevole degli alimenti deve far parte di un piano di vita sano e di pieno benessere.

Quindi questo è il mio consiglio: ora che sai tutto questo limita o (ancora meglio) sostituisci piano piano la farina bianca raffinata nella tua alimentazione, vedrai come inizierai a sentirti meglio e, molto probabilmente, come conseguenza avrai un corpo più snello, asciutto e sgonfio!

Per sentire pienamente ed in modo più veloce questa sensazione di benessere per il tuo organismo, il consiglio bonus che ti do è di pulire il corpo con una detossinazione mirata, in modo da poter resettare il tuo organismo, riportarlo al pieno equilibrio, sbarazzarti di quel grasso infiammatorio accumulato negli anni di utilizzo di farina raffinata e riequilibrare il tuo intestino, sicuramente provato dall’azione dei prodotti raffinati e poco nutrienti.

In questo modo migliorerai anche la capacità del tuo organismo di assorbire tutti i nutrienti dal cibo che gli dai.

Un corpo intossicato, infatti, fa fatica a vivere i pieni benefici delle buone abitudini che decidi di portare avanti.

 

Te ne parlo meglio nel mio webinar gratuito

LIGHT – ON: RIACCENDI LA LUCE DELLA TUA VITA CON UNO STILE DI VITA SANO DI SUCCESSO.

Se vuoi avere già da subito strumenti per detossinarti, sentirti meglio, alzare il tuo livello di energia, sgonfiarti e tornare in forma, seguilo, ti basta iscriverti qui sotto.

Seguimi sui miei canali social e nel mio gruppo gratuito privato per rimanere sempre sul pezzo con ricette sane e informazioni utili al tuo pieno benessere (se ancora non ne fai parte scrivimi e ti inviterò con molto piacere).

Se hai un aspetto del tuo benessere che vuoi migliorare, prenota una Call Gratuita con me.

Francesca Cucchi

Coach Nutrizionale.
Specializzata in Integrazione naturale,
alimentazione bilanciata, detossinazione e stile di vita.

Le indicazioni di questo articolo hanno scopo ESCLUSIVAMENTE informativo e non intendono sostituire il parere di figure professionali come medico, nutrizionista o dietista, il cui intervento si rende necessario per la prescrizione e la composizione di terapie alimentari o nutrizionali.
Le informazioni riportate non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto tra professionista della salute e paziente.

Condividi l'articolo su:

Facebook
LinkedIn
Twitter
Telegram
WhatsApp
Email

Leggi gli altri
Articoli del Blog

Cibi Vivi e Cibi Vuoti

In questo articolo comprendi:
– La differenza tra cibi vivi e vuoti
– Cosa rende un cibo vuoto
– Come scegliere i giusti cibi vivi ed i benefici di farlo
– Cosa fare nella tua quotidianità per potenziarne i benefici

Leggi l'Articolo »

Scopri le mie Ricette

Torta di mele e zucca

Una coccola sana, buona e che ricorda il calore di casa.
La torta di mele e zucca è ideale da abbinare ad un bel tè o tisana calda!

Naturalmente dolce, con farine a indice glicemico medio-basso, sarà perfetta per darti la giusta energia ed i giusti nutrienti per affrontare la giornata con la carica giusta, anche in autunno!

Leggi l'Articolo »

Barrette albicocca e cioccolato fondente

Una grande e semplice strategia per mangiare sano è preparare gli snack giornalieri a casa, in modo genuino.

Cucinando uno snack sano per te e per la tua famiglia garantirai i giusti nutrienti al tuo organismo in modo genuino e sano, potendo anche mantenere la tua linea più facilmente.

Ecco qui una ricetta velocissima per creare delle barrette/biscottini (dipende come tagli l’impasto) sane ideali per le tue colazioni ed i tuoi spuntini!

Leggi l'Articolo »

Burro d’arachidi semplice fatto in casa

Il burro di arachidi fatto in casa è ricco di sostanze nutritive, anche se è bene che venga mangiato con moderazione per l’alto apporto calorico.

E’ una preparazione semplicissima non solo è salutare ma è anche una colazione o snack perfetto, soprattutto per gli sportivi.

Ricorda: è sempre molto più salutare preparare in casa le creme spalmabili rispetto che comprarle.

Leggi l'Articolo »

Granola fatta in casa

Hai mai assaggiato la GRANOLA?
E’ decisamente uno dei miei mix preferiti per le basi delle mie colazioni: saporito, croccante, gustoso.. e sano!

Infatti, è a base di avena!

Consumare regolarmente avena migliora le difese del sistema immunitario, aiuta il transito intestinale grazie all’elevato contenuto di beta-glucani, riduce il rischio di sviluppare diabete di tipo 2, migliora la sensibilità all’insulina, riduce i livelli di colesterolo “cattivo” LDL, aiuta a controllare la pressione arteriosa ed ha un elevato indice di sazietà.

Leggi l'Articolo »

Pancakes dolci di zucca

Uno dei miei piatti preferiti, in tutte le salse, sono i PANCAKES!

E..visto che siamo nella stagione della zucca..perchè non farli di zucca?

Naturalmente dolci, con farine a indice glicemico medio-basso, saranno perfetti per darti la giusta energia ed i giusti nutrienti per iniziare la giornata con la carica giusta, anche in autunno!

Leggi l'Articolo »

Ciao, sono:

Francesca Cucchi

Coach Nutrizionale.
Specializzata in Integrazione naturale,
alimentazione bilanciata, detossinazione e stile di vita​

Aiuto le Donne

Aiuto le Donne tra i 30 e 50 anni a:

Raggiungiamo questo obiettivo principalmente grazie alla creazione di Routine Sane e grazie ad un’alimentazione funzionale ed una specifica integrazione naturale personalizzata.

Già dopo pochi giorni loro si vedono e si sentono meglio, senza particolari costrizioni o rinunce.

All’interno del Webinar LIGHT-ON, trovi consigli pratici, semplici ed efficaci, per trovare e mantenere il tuo Equilibrio e un Rapporto Sano con il Cibo.

Oppure prenota una Call Gratuita con me.

Ecco come
ti posso
aiutare

3 Aree Principali

CONSULENZA
PERSONALIZZATA

In Stile di Vita e Nutraceutica.

Per raggiungere i tuoi obiettivi in materia di salute, benessere e forma fisica e serenità emotiva, è fondamentale una Nutrizione Profonda e Funzionale.

La Nutraceutica è la Risposta.

LIGHT ON
PROGRAM

Ri-Accendi la Luce della tua Vita,
con uno stile di vita Sano di Successo.

Impara ad Amarti di più, creando nuove abitudini sane e che ti piacciono, tornando in forma ed eliminando per sempre il problema della gestione del peso.

NETWORKING TRA PROFESSIONISTE

L’UpGrade del tuo essere Donna e Professionista di Successo.

Il Primo Network Marketing Olistico

Dedicato alle
Professioniste del Benessere.

Leggi tu Stessa

Che cosa dicono le Donne che hanno già iniziato il loro Percorso Benessere con Me.

Webinar Gratuito

LIGHT-ON

Ri-Accendi la Luce della tua Vita,
Con uno stile di vita Sano di Successo

Ebook Gratuito

Più Sgonfia in 3 Mosse

Una donna è felice
quando la sua pancia è felice

Fissa una

Call Gratuita

Con Me

Non rischi nulla.
Perché la Call è Totalmente Gratuita.

Francesca Cucchi

Coach Nutrizionale.
Specializzata in Integrazione naturale,
alimentazione bilanciata, detossinazione e stile di vita

.

Iscriviti Gratuitamente alla

Mia Newsletter

Ogni settimana consigli, suggerimenti, strategie di Benessere a 360°

.
Entra in Chat
💬 Sono in Chat!
Ciao 👋
Come posso aiutarti? 🥰